Treviso | In a sense #5 | Laboratorio teatrale

animale teatrale super fico

laboratorio di ricerca scenica e sensoriale a treviso

riaprono le iscrizioni al nuovo laboratorio annuale di Ailuros in collaborazione con Spazio Paraggi
Treviso, Spazio Paraggi, vicolo Pescatori 23
da mercoledì 30 settembre 2015 a maggio 2015, ogni mercoledì ore 21 – 23
aperto a partecipanti anche alla prima esperienza teatrale
numero chiuso – prenotazione obbligatoria
condotto da Barbara Riebolge
info e iscrizioni _ +39 349 3621836 _ ailurosteatro@gmail.com

Smettetela / Andate via / Non apro / Cascasse il cielo / Oddio / Sarà di che grado / Della scala mercalli / Non apro / Cascasse / No no / Non cascasse / Guarda te / Quando uno dice / Cosa mi succede / C’ho le visioni / Le previsioni / Il living / C’ha due arie / Più una porta- finestra / Tutto bloccato / E’ venuto il tecnico / Sistema antifurto / C’è un mucchio di ladri / In giro oggigiorno / Colpa del governo / Accoglienza / Tutti delinquenti / Quasi tutti / L’ho mandata via / Veniva due ore / Alla mattina / Già incinta / La catenina d’oro / Raus / Così impara / Dovrebbero stabilire / Il numero legale / Non hanno voglia / Di lavorare / Voto / Ma voto chi voglio io / C’è una simpatica / Faccia onesta / Non voto lo stesso / C’ho i fiori di bach / Cure alternative / Mio figlio / Capiss nagot / Sua moglie / Carote grattugiate / Flan di azuki / Mamma mia / Che roba / Cure alternative / C’ho la fede / Nella scienza / Progresso / Mia nonna è morta / Con la spagnola / Oggigiorno / Ti fanno il trapianto / C’ho il fucile da caccia / Denunciato / Andate via / Polìs polìs / Polizei / Spazieren / Foera d’le bale / Non apro / Io non aprire / Andare via / Fare passeggiate / Andare alla caritas …
(Antonio Tarantino, Stranieri)

Intraprenderemo un percorso di ricerca scenica attraverso gli strumenti del teatro contemporaneo. A partire dal training dell’attore e dalle tecniche teatrali, ciascuno potrà sviluppare un lavoro sensoriale e di ascolto di se stesso e degli altri: una rieducazione dei sensi per prendere maggior contatto con i propri strumenti percettivi, per liberarsi in maniera creativa dai blocchi che ci costringono e limitano quotidianamente, per mettersi in relazione.
Durante il laboratorio scopriremo l’espressività di corpo e voce, gli stati d’animo ed emozioni, la relazione con la scena e con gli altri.
La conclusione del percorso prevede la messa in scena di una performance. Il lavoro sarà indirizzato in particolare al coinvolgimento del pubblico nella scena, focalizzando l’attenzione sul rapporto tra performer e spettatore.

Comments are closed.